La zonta (coming maybe)

Oggi, per la prima volta, ho avuto l’onore di provare “la longa”, ma non piu’ di dieci metri, dato che non seguo il percorso.

Tralasciando l’abrobrio dei parcheggi in via dante  secondo me ha delle pecche (incolmabili per via della viabilta’) che non sono da poco. Trovo difficile l’accesso per/da via garibaldi, che ti obbliga ad andare sulla strada, o andare avanti fino alle striscie al livello della farmacia/demin e poi tornare indietro, contromano. Pericoloso  l’incrocio con la via che porta al follone.

Dato che a lamentarsi sono capaci tutti, e’ il momento di proporre delle soluzioni alternative, ma non al problema qui sotto, ma all’annoso problema di collegare sacco (e non sto parlando di ciclabili cicloturistiche in riva al leno).

Per questo, e’ (sarebbe) necessaria la cilabile chiamate “La zonta”

Fortunatamente, per il comune, questa soluzione (da verificare). Non impone di disfare mezza rovereto, ma solo di convertire dei marciapiedi a ciclabili, tanto uno per strada (cioe’ su un solo lato) e’ piu’ che sufficiente (e’ legale avere solo 1 marciapiede?). Si fa cosi’ (ad essere onesti la prima parte e’ un po’ complessa, da ripensare):

qui  si fa ciclabile la parte destra della strada, quella dalla parte del kosmos per capirci. Fino alla caritas. Come evitare di fare casino con i parcheggi non lo so ancora. Idea sarbbe di rendere il marciapiede davanti al museo delle scienze naturali (o come diavolo si chiama) ciclabile, e poi farlo attraversare a livello della caritas per congiungersi a via campagnole.
Da notare, che facendo cosi’, si potrebbe proseguire un pezzo di ciclabile su via vannetti in modo da arrivare diretti in stazione.

Tornando sul collegamento con il borgo, via campagnole a livello della caritas dovrebbe rendere il marciapiede di destra una ciclabile, un marciapiede basta per i pedoni, sarebbe quello sul lato destro andando contromano, in sostanza quello sulla destra qui  dovrebbe essere una ciclabile (si puo’ anche mantenere cosi’ senza rifarlo!(.
All’incrocio con via sabatini si fanno le striscie pedonali anche come attraversamento bici e si mantiene la ciclabile sullo stesso lato di prima anche per il secondo tronco di via campagnole (purtroppo non c’e’ lo street view di questa parte).

Ora, arrivati all’altezza del vitamini BC, ricordando che si porviene dalla destra (contromano, cioe’ dal lato di dove una volta c’era la guardia forestale), si potrebbe sfruttare le strisce pedonali davanti alla specie di giardinetto per attraversare la strada e fare ciclabile quel tronco di marciapiede che sta dal lato della statatle (dalla parte opposta del vitamini BC per capirci). Cosi’ facendo un ciclista arriva sul ponte, che dal lato destro (dal lato verso TN) ha un marciapiede abbastanza grande per essere ciclabile e pedonabile.

Una volta giunti alla rotonda, volendo, si puo’ fare una ciclabile che va a sangiorgio su via zeni e si puo’ far attraversare i ciclisti sul marciapiede sul lato sinistro per poi farli congiungere alla ciclabile di viale vittoria che e’ messa li senza un perche’.

Quindi a breve vedrete dei nuovi cartelli “La zonta” (coming maybe)

Che ne pensate?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in trasporti, viabilità. Contrassegna il permalink.

2 risposte a La zonta (coming maybe)

  1. Pingback: La zonta (coming soon) | Massacritica Rovereto

  2. okcomputer ha detto:

    una zonta importante, sarebbe! soprattutto per andare in stazione dei treni. come ci si arriva in stazione dei treni?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...